Educare alla salute



Le azioni didattiche di educazione alla salute sono rivolte a tutte le classi dell’istituto e si riassumono in:

> Prevenzione dell’alcolismo: rendere i ragazzi consapevoli delle loro abitudini alcoliche e dei rischi derivanti dall’abuso dell’alcol (classi prime)

> Prevenzione del fumo: fornire informazioni precise sui danni provocati dal fumo soprattutto se iniziato in età adolescente (classi prime) con conferenze rivolte alle classi individuate dai Consigli di classe

> Educazione alla affettività e sessualità: informare correttamente sull’apparato riproduttivo e favorire uno sviluppo armonico della affettività e della sessualità (classi terzo)

> Prevenzione dell’ AIDS e delle malattie trasmesse sessualmente: sensibilizzare i ragazzi al rispetto delle diversità, promuovendo la conoscenza della realtà del HIV. Promuovere la conoscenza delle malattie trasmesse sessualmente rendendo i ragazzi consapevoli delle loro scelte, educandoli ad adottare comportamenti atti a ridurre i  rischi (classi terze)

> Sensibilizzazione alla donazione di organi e tessuti e prevenzione tumori : trasmettere conoscenze corrette sulla legislazione dei trapianti, sul sistema trapianti in Italia e sulla loro utilità terapeutica. Trasmettere inoltre il messaggio della importanza di donare sangue, organi e midollo (classi quarte)

> Corso di Primo Soccorso : Fornire conoscenze relative a comportamenti efficaci in situazioni di emergenza, attuando eventuali manovre di intervento pratico – operativo (classi quinte)

> Supporto psicologico : Assicurare la presenza  di uno psicologo fornito da ASL per affrontare le problematiche giovanili dei ragazzi (con frequenza quindicinale). CIC - Centro Informazione e Consulenza

> Conferenza sulla prevenzione tumori genitali maschili: tenuta dal dott. Foresta dell’Università di Padova ( rivolta alle classi quinte) seguita da eventuale visita volontaria dentro la scuola o presso  la struttura ospedaliera.

> Conferenza tenuta da personale specializzato per educare ad una sana ed equilibrata alimentazione (da tenere a più classi  prime o seconde in base delle esigenze individuate dai vari consigli di classe)