Orientamento in uscita



L’orientamento in uscita si compone di varie fasi: analisi dell’ambiente di riferimento, identificazione degli interventi, realizzazione degli interventi, analisi del feedback e follow-up.

> Organizzazione di visite in sedi universitarie, aziende private mercantili, industriali e di servizi
> Organizzazione di visite presso Istituzioni pubbliche (Camera di Commercio, Registro Imprese, Tribunale, Consiglio Regionale, ecc…).
> Organizzazione di conferenze di orientamento al mondo del lavoro e in alle facoltà universitarie;
> Organizzazione di conferenze, relazioni di esperti e studio dei casi su tematiche di interresse disciplinare – professionale, anche nelle singole classi ed in coordinamento con altri progetti del POF ( Alternanza scuola – lavoro, stage,  ecc…)
> Contribuire a fornire gli allievi della consapevolezza del proprio "bilancio delle competenze”


Obiettivi generali dell’area che il progetto si prefigge di raggiungere:


> porre le basi per la scelta di "cosa scegliere” dopo il diploma e fornire dati, suggerimenti informazioni affinché lo/la studente/tessa prenda decisioni in modo autonomo e scelga con consapevolezza tra studio e lavoro l’opzione più idonea a se stesso/a;
> favorire negli alunni la presa di coscienza delle proprie vocazioni,
> favorire la realizzazione di progetti formativi d’intesa con enti ed istituzioni esterne alla scuola,
> favorire il collegamento con il mondo del lavoro e con l’università.


Obiettivi socio-affettivi da raggiungere

> progressi nell'abilità relazionale e nell'autonomia personale
> presa di coscienza da parte degli alunni delle loro attitudini e riflessione per una scelta futura consapevole